IL COTONE - dalla piantagione al tessuto

Sei il visitatore numero 4079

IL CURSORE

RAPPORTO DIAMETRO ANELLO-VELOCITA’ FUSO

 

Ogni rotazione del cursore sull'anello produce una torsio­ne nel filato. il grado di rendi­mento dipende dalla resistenza del filato ovvero dalla velocità massima raggiungibile del cur­sore.

 

A parità di velocità del cursore, riducendo il diametro dell'anello è possibile aumentare la velocità dei fusi e quindi la pro­duzione.

Vale la formula: 

Velocità di uscita=

 Velocità del fuso
 Torsione del filato

 

Grazie all'impiego di levate automatiche fisse (e di splicer), fattori quali il peso del cop e la lunghezza del filato esente da nodi sono diventati di seconda­ria importanza, è opportuno ridurre il diametro dell'anello gradualmente e in fasi succes­sive senza modificare la geo­metria di filatura! Per ottenere i migliori risultati, è opportuno verificare accuratamente la geometria di filatura ogni volta che il diametro dell'anello vie­ne ridotto.

 

 

 

 

 

LIMITI DI VELOCITA’ DEL CURSORE

 

Per un normale andamento della macchina, per non sottoporre il cursore a velocità eccessive e per una buona conservazione dell’anello, si consiglia di non far lavorare il cursore ad una velocità non superiore di 33 metri al secondo (119 Km/h) per i filati torsione maglieria, 38 m/s (137 Km/h) per filati  torsione tessitura.

 

FORMULA:    m/s= Ø anello   X      X   n°giri/min dei fusi

                                          1000 X 60

Calcola la velocità del cursore 

 

 

 

 

DENOMINAZIONI DELLE PARTI DEL CURSORE

 

Cursore forma C

 

1.    distanza interna del cursore

2.    altezza dell’arco

3.    punto di scorrimento del filato

4.    sezione del filo

5.    superficie d’appoggio del cursore

6.    angolo del piede

7.    piedini

8.    apertura piedini

9.    arco superiore del cursore

 

 

DISTRIBUZIONE DELLA PRESSIONE TRA ANELLO E CURSORE

 

In normali condizioni d’esercizio i cursori sviluppano una forza centrifuga nella zona “A” pari a 2-5000 volte il proprio peso. Tale forza viene trasmessa alle superfici di contatto tra anello e cursore ed esercita su di esse una pressione specifica proporzionale alle dimensioni della superficie di contatto stessa

CALCOLA LA VELOCITA DEL CURSORE

NB: Usare il punto come separatore di decimali, per i numeri uguali o superiori a 1000 non usare punti o virgole come separatori

 

INSERISCI I DATI
Diametro Anello mm  
Velocità fusi  

Inserisci i dati richiesti!!

Velocità anellino in metri al secondo:

 

 

 

| Massimo Moretti  |